Usb: 63 lavoratori ignorati da tutti

Crotone, Giovedì 01 Marzo 2018 - 15:22 di Redazione

Due anni di protesta per i lavoratori della gestione servizi della provincia di Crotone   -A  distanza di due anni da quando per la prima volta sono scesi in strada per protestare, contro la dismissione della “gestione servizi” società in house - oggi i lavoratori   si sono dati appuntamento,  alla cittadella della Calabria per rivendicare la propria dignità di lavoratori che da 25 mesi firmano la presenza e NON vengono retribuiti.  Neanche la temperatura gelide di questi giorni hanno fermato il sit-in di protesta, composto anche dai familiari dei manifestanti.  La protesta è stata sintetizzata, come ormai facciamo da un anno con la richiesta di trovare una stabilizzazione al fine di rientrare a lavoro e garantire i servizi come: -  la manutenzione delle strade – la manutenzione delle scuole e le pulizie rimaste in capo alle provincie. Una provincia con oltre 850 chilometri di strade abbandonate.   -  Lo slogan di questa mattina è rivolto esclusivamente al presidente della regione Calabria Mario Oliverio, alla quale chiediamo – tramite un tavolo con la USB – la risoluzione definitiva della questione.   - Due anni sono passati  da quando abbiamo iniziato la nostra protesta – lamentano i lavoratori della USB – per portare all’attenzione dell’opinione pubblica la questione dei 63 lavoratori che non vengono ricollocati dopo la chiusura delle provincie – non vengono accompagnati al pensionamento - ne inseriti in qualche bacino di lavoratori della regione e stabilizzati, anche in funzione che, alcune competenze sono passate dalle provincie alla regione. Devono stare immobili a subire la grave crisi occupazionale. Chi di dovere è stato solo a guardare e acconsentire in silenzio alle varie decisioni che hanno fatto sì che si complicasse una situazione già assurda. Oggi siamo ancora qua nell’indifferenza più totale da parte di tutti a chiedere UN IMPEGNO.    Impegno che la regione  a seguito della manifestazione di Oggi , dei lavoratori della USB,  ha mantenuto effettuando una riunione con il dipartimento lavoro! Riunione utile e molto tecnica dove sono state messe le base per una ripresa dei lavoratori, ed alcuni passaggi all’interno della legge “madia”. La USB, pertanto ha fatto richiesta al presidente della provincia di Crotone ed al prefetto locale di una urgente riunione al fine di addivenire ad una soluzione che vada incontro alle esigenze dei lavoratori. Della gestione servizi.                           

il coordinamento regionale confederazione  Jiritano



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code