L'Arma dei Carabinieri celebra il 204° anniversario della sua fondazione

Crotone, Martedì 05 Giugno 2018 - 14:35 di Redazione

L'Arma dei Carabinieri celebra oggi il 204° anniversario della sua fondazione, che risale al lontano 1814, allorché Vittorio Emanuele I, rientrato a Torino dopo la caduta di Napoleone, con l'emanazione delle Regie Patenti del 13 luglio 1814, istituì "un Corpo di militari, distinti per buona condotta e saggezza, chiamati col nome di Corpo dei Carabinieri Reali" allo scopo di "ristabilire ed assicurare il buon ordine, e la pubblica tranquillità, … scoprire e sottoporre al rigore della Legge i malviventi ed i male intenzionati, e per prevenire le perniciose conseguenze, che da simili soggetti, sempre odiosi alla Società, possono derivare a danno dei privati cittadini, e dello Stato". Nel 1921, nell'ambito del riordino delle date delle celebrazioni militari, la festa anniversaria dell'Arma fu anticipata al 5 giugno, data di concessione, l'anno precedente, della prima medaglia d'oro al valore militare alla Bandiera per le prove di valore che i Carabinieri diedero nel corso della I Guerra Mondiale. Oggi i carabinieri festeggiano i 204 anni di storia con una sobria cerimonia militare che, in armonia con le disposizioni governative, sarà celebrata all'interno del Comando Provinciale. Nel corso della celebrazione saranno premiati 36 militari in forza al Comando che si sono distinti per meriti speciali in operazioni di servizio di particolare pregio. L'attività operativa del Comando Provinciale, infatti, ha manifestato, nell'ultimo anno, un notevole incremento qualitativo e quantitativo e una sensibile miglioramento nella prontezza della risposta di contrasto ai reati. Nel settore della polizia giudiziaria, il Comando Provinciale Carabinieri di Crotone è stato vigorosamente impegnato in un ampio numero di attività operative di spessore, di cui si traccia, qui di seguito, un sintetico quadro d'insieme: -        12.06.2017, in Cutro località “Serra Rocca”, nel corso di un servizio coordinanto per il controllo del territorio, i militari del NORM-Aliquota Operativa, unitamente a personale del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Crotone, traevano in arresto una persona ritenuta responsabile dei reati di detenzione di arma e munizionamento clandestini. Nello specifico, veniva trovato in possesso di una pistola calibro 6.35 con matricola abrasa e relativo munizionamento oltre a 29 cartucce cal. 6.35; -        22.06.2017, Crotone, i militari del N.O.R.M., congiuntamente ad unità della Compagnia di Crotone, Petilia Policastro, Cirò Marina e personale della Guardia di Finanza di Crotone davano esecuzione ad una articolata serie di perquisizioni nel popolare quartiere “fondo Gesù”, al fine di rinvenire sostanze stupefacenti ed armi, traendo in arresto due persone e sequestrando grammi 10,50 di eroina, 670 marijuana e 90 di eroina; nel proseguo delle operazioni di perquisizione venivano recuperati e sequestrati a carico di ignoti, grammi 440,50 di eroina, 820 di marijuana, 71 di cocaina, 11 piantine di marijuana, una pistola mitragliatrice con matricola punzonata e relativo munizionamento. Nell’occasione i militari del Gruppo Carabinieri Forestali di Crotone, chiamati dagli operanti, rinvenivano e sequestravano nr. 11 tartarughe “testudo hermanni” illegalmente detenute per la qual cosa provvedevano a denunciare una persona. -        10.07.2017, a Crotone, militari della locale stazione traevano in arresto una persona e denunciato a piede libero un minore per il reato di incendio. Nello specifico i militari operanti, sorprendevano i prevenuti che avevano appena appiccato il fuoco in un terreno ricoperto di vegetazione immediatamente a ridosso di abitazioni popolari. -        24.08.2017, ad Isola di Capo Rizzuto, militari del N.O.R. – Aliquota Operativa traevano in arresto un 41enne resosi responsabile del reato di coltivazione, produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e furto di energia elettrica. Nella fattispecie il personale operante, coadiuvato da militari della locale Tenenza e dell’Unità Cinofila della Guardia di Finanza di Crotone, seguito accurata perquisizione domiciliare, rinvenivano e sequestravano kg. 4,060 di sostanza stupefacente del tipo marijuana, contenuti in appositi involucri in plastica, 25 piante di “canapa indica” un contenitore con semini di marijuana tipo shunk, un impianto di areazione comprensivo di climatizzatore, 20 lampade e materiale vario per il confezionamento. Medesimo contesto, con l’ausilio dei tecnici verificatori della società di distribuzione di energia elettrica “Enel S.p.A”, veniva accertato, altresì, un allaccio abusivo alla rete Enel. -        28.08.2017, in Mesoraca i militari del NORM – Aliquota Operativa e Radiomobile unitamente a quelli della locale Stazione, traevano in arresto una persona ritenuta responsabile, di aver esploso due colpi d’arma da fuoco con pistola semiautomatica con matricola abrasa, all’indirizzo del genero che rimaneva ferito e successivamente elitrasportato presso l’ospedale civile di Catanzaro. -        07.09.2017, Isola di Capo Rizzuto, militari della locale Tenenza, traevano in arresto una persona resasi responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nella fattispecie, i militari, seguito perquisizione domiciliare, rinvenivano e sequestravano kg. 8,60 di sostanza stupefacente del tipo marijuana nr. 2 piante del tipo marijuana. -        14.09.2017, in Caccuri, i militari della locale Stazione sfruttando autonomo patrimonio informativo, traevano in arresto una persona ritenuta responsabile del reato di coltivazione, produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacente. La stessa, a conclusione di incessante servizio di osservazione, veniva sorpresa in un terreno agricolo di sua proprietà intento nel coltivare 100 piante di “canapa indica” e trovato in possesso di 8,00 gr. circa di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” e 70 euro circa in contanti. -        20.09.2017, Scandale, i militari della locale stazione traevano in arresto una persona resasi responsabile dei reati di detenzione illegale di armi clandestine, detenzione abusiva di munizioni e ricettazione. Nella fattispecie i militari, unitamente a quelli del N.O.R. – Aliquota Operativa, effettuavano  accurata perquisizione d’iniziativa presso l’abitazione e  luoghi di pertinenza dell’arrestato rinvenendo e sequestrando tre pistole e 65 cartucce. -        21.09.2017, militari della Compagnia di Crotone traevano in arresto 2 persone resesi responsabili, in concorso, del reato di coltivazione, produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nella fattispecie i militari,  seguito accurata perquisizione, rinvenivano 80 piante di “canapa indica”. -        28.09.2017, nella giurisdizione della Compagnia Carabinieri di Petilia Policastro, esito indagini sul monitoraggio e repressione delle frodi agroalimentari relative a contributi europei, i militari delle Stazioni di Petilia Policastro e Roccabernarda deferivano in stato di libertà due  persone ritenute responsabili, tra il 2010 e 2017 ed il 2008 e il 2016, di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico poiché, al fine di ottenere i predetti contributi comunitari in ambito agricolo, producevano falsa documentazione attestante la disponibilità dei terreni in relazione all’erogazione dei predetti fondi. danno stimato in € 220.000 circa -        23.10.2017, in Petilia Policastro, i militari del locale NORM, coadiuvati da quelli della Stazione, intervenivano nella frazione Foresta, dove una persona era stata poco prima attinta da un fendente alla coscia e ricoverata in prognosi riservata presso l’ospedale civile di Cosenza. Le incessanti indagini, permettevano che l’autore del reato, colpito da provvedimento dell’A.G., si costituisse. -        31.10.2017, in Cotronei, i militari della locale Stazione, a conclusione attività info-investigativa, davano esecuzione a due distinte ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dalla corte d’appello di Catanzaro e dal Tribunale di Crotone, traendo in arresto una persona ritenuta responsabile, il 24 ottobre presso distributore “IP” sito nella citata località “Trepido”, di aver esploso a scopo intimidatorio alcuni colpi d’arma da fuoco comune, portando con se altra arma da guerra apparentemente kalašnikov. -        02.11.2017, in Cotronei, località “Trepido” - Villaggio Palumbo,  i militari  del NORM-Aliquota Operativa di Petilia Policastro, sviluppando autonomo patrimonio informativo, rinvenivano, all’interno del locale caldaie di un condominio, un revolver cal. 357 marca Smith e Wesson e relativo munizionamento, un fucile marca Beretta con  matricola punzonata e 29 cartucce cal. 357 Magnum; -        06.11.2017, a Crotone, i militari del N.O.RM. - Aliquota Operativa traevano in arresto un ragazzo di 18 anni resosi responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nella fattispecie, i militari operanti, seguito perquisizione domiciliare, rinvenivano e sequestravano gr. 841 di sostanza stupefacente del tipo marijuana e materiale vario per il confezionamento. -        22.11.2017, in Cotronei, i militari della locale Stazione e quelli del NORM -  Aliquota Operativa di Petilia Policastro, a conclusione attività info-investigativa, davano esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emesse dalla corte d’appello di Catanzaro traendo in arresto una persona ritenuta ritenuto responsabile,  lo scorso 23 ottobre,  di minacce con richieste estorsive ai danni degli amministratori del villaggio Palumbosila. -        09.01.2018, OPERAZIONE  “STIGE”, i carabinieri del ROS e del Comando Provinciale di Crotone hanno notificato 169 provvedimenti restrittivi nei confronti di appartenenti alla ‘Ndrangheta e loro favoreggiatori. Al centro delle indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro, le attività criminali della cosca Farao-Marincola, una delle più potenti cosche calabresi con ramificazioni anche nel nord Italia (in particolare Emilia Romagna, Veneto, Lazio, Lombardia) ed in Germania -        17.01.2018, CIRO' MARINA (CROTONE) – Trent'anni di reclusione inflitti dal Tribunale di Crotone al bracciante agricolo Fuscaldo Salvatore, sottoposto a fermo dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cirò Marina e da quelli del Reparto Operativo – Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Crotone, in seguito a incessante attività investigativa, ritenuto responsabile dell’omicidio avvenuto a Cirò Marina in data 8 marzo 2017 ai danni di Lettieri Antonella. -        28.03.2018 a Crucoli (KR), scoperto un arsenale dai carabinieri della Compagnia di Cirò Marina nel corso di un servizio di controllo del territorio. Rinvenuto in un casolare disabitato a Crucoli, un fucile “Beretta” calibro 12 risultato rubato, una carabina “browning f.n herstal” con matricola abrasa, un fucile d’assalto AK 47 e circa 300 munizioni di vario calibro. -        15.05.2018, OPERAZIONE “FRUCTORUM”, (dal fatto che alcuni degli associati sono risultati venditori ambulanti di frutta e verdura ed erano soliti chiamare lo stupefacente con i nomi dei frutti o degli ortaggi) i carabinieri della Compagnia di Crotone, con il supporto nella fase esecutiva di quelli dei restanti reparti del Comando Provinciale di Crotone, Catanzaro e Messina, di una unità dell’8° Nucleo Elicotteri, del Nucleo Cinofili e dei Cacciatori dello Squadrone Eliportato di Vibo Valentia, hanno tratto in arresto 22 persone, per associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti ed altro. -        16.05.2018, Ritrovamento di reperti archeologici occultati in una stalla. I carabinieri della Compagnia di Cirò Marina, durante una perquisizione, finalizzata alla ricerca di armi e materiali esplodenti, hanno trovato un vero e proprio tesoro archeologico. In un armadio posto in una stalla, hanno rinvenuto numerosi reperti archeologici, di pregevole fattura tra cui gioielli, monili in bronzo e vasellame decorato. I reperti sono stati sequestrati e il possessore è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone.   L'Arma in provincia ha aumentato la proiezione esterna e la rapidità di reazione dei reparti, allo scopo di incrementare il controllo del territorio e sviluppare, di conseguenza, una efficace azione preventiva e informativa, aumentare la visibilità, consolidare il rapporto con la popolazione e aumentare la percezione della sicurezza e, di riflesso, di stima verso le Istituzioni. Sono testimonianza della maggiore e più efficace capacità operativa i dati relativi ai controlli effettuati, nel corso dei servizi esterni di pattuglia e perlustrazione, 21737 (26312 persone e 20411 veicoli), quelli relativi agli arresti 466 contro i 329 dello stesso periodo precedente. Nell'ottica dell'oculato utilizzo delle risorse di polizia disponibili, sono prioritariamente affrontati i fenomeni criminali che ledono i diritti fondamentali dei cittadini e che impattano con maggiore forza sulla percezione della sicurezza. Altro settore di impegno per le Stazioni Carabinieri è stato il settore dell'abbandono incontrollato dei rifiuti nelle campagne e lungo le strade, comportamento che avvelena il territorio, mina la salute delle persone e rende indecoroso il nostro territorio. Le Stazioni sono fortemente orientate contrastare, non solo i reati ambientali, ma anche gli illeciti amministrativi in materia, come appunto l'abbandono dei rifiuti ordinari o speciali o lo scarico degli ingombranti sul territorio, la cui presenza è segnalata ai Sindaci per il ripristino dei luoghi. In allegato, è riportata una tabella con i principali dati dell'attività operativa dal 1° giugno 2017 al 31 maggio dell’anno in corso. 

Galleria fotografica

4 Foto allegate



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code