Macchia Mediterranea estirpata senza autorizzazione

Crotone, Sabato 27 Gennaio 2018 - 08:52 di Redazione

I carabinieri forestali hanno scoperto, pochi giorni fa, un terreno nella loc. Cerzeto di Mesoraca in cui era stato estirpata, senza alcuna autorizzazione, la macchia mediterranea per avviare il terreno a coltura agraria. Il presunto responsabile è stato deferito all’Autorità giudiziaria.   Con l’obiettivo di trasformare un bosco in un’area coltivabile da destinare a frutteto, un bracciante agricolo aveva estirpato tutta la macchia mediterranea presente. Il mutamento di destinazione è stato scoperto dai militari della stazione carabinieri forestale Petilia Policastro durante un servizio di controllo del territorio. Dagli accertamenti è emerso che l’attività non era stata autorizzata. L’esecutore del disboscamento, un sessantenne di Mesoraca, avrebbe ammesso le sue responsabilità ed è stato deferito alla Procura della Repubblica per violazione della normativa ambientale - paesaggistica. Per impedire il prosieguo dell’attività illegale è stata sequestrata un’area di circa 1000 m2. Il sequestro è stato ora convalidato dall’Autorità giudiziaria. L’attività dei carabinieri forestali è stata finalizzata alla conservazione e alla difesa del patrimonio boschivo quale bene insostituibile per la qualità della vita e a prevenire i possibili fenomeni di dissesto idrogeologico derivanti da lavorazioni non autorizzate.

Galleria fotografica

2 Foto allegate



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code