Sequestrati due immobili abusivi a rischio crollo

Crotone, Sabato 24 Febbraio 2018 - 08:33 di Redazione

All’ inizio di ottobre 2017, all’ interno del piano terra di uno dei palazzi, si era aperta una voragine profonda alcuni metri che, secondo i vigili del fuoco e la protezione civile, aveva creato il rischio di crollo dell’intero stabile con conseguente pericolo di coinvolgimento della strada e del palazzo limitrofo. La voragine, secondo i primi accertamenti, sarebbe stata causata dalla presenza di ruscellamento di acque sotterranee, forse appartenenti all’ alveo del vallone Colla, che in anni recenti era stato tombato. D’urgenza, il Sindaco aveva ordinato lo sgombero dei due fabbricati e la chiusura della strada. La Procura, sulla base di nuovi accertamenti tecnici, aveva riscontrato la totale inadeguatezza sia delle misura di tutela per l’incolumità pubblica predisposte dal comune e sia la erroneità dei programmati lavori. Grazie al sequestro, gli interventi per mettere in sicurezza i palazzi e la strada dovranno essere prima concordati con la Procura, mentre il Sindaco, nominato custode, dovrà attivare tutti gli strumenti a sua disposizione (che secondo la Procura sino ad ora non ha esercitato adeguatamente) per assicurare l’ incolumità pubblica e permettere nel più breve tempo possibile, alla decine di famiglie sgomberate, il rientro nelle loro abitazioni.    



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code