Carabinieri, tre arresti e due denunce nel Crotonese

Crotone, Venerdì 02 Marzo 2018 - 08:29 di Redazione

I Carabinieri della Tenenza di Isola Capo Rizzuto, coadiuvati da quelli della Compagnia di Crotone ed unità cinofile del Comando Provinciale GDF di Crotone,  al fine di garantire una efficace azione di  contrasto alla recrudescente criminalità di natura predatoria, hanno attuato uno straordinario e mirato servizio coordinato di controllo del territorio di Isola Capo Rizzuto. L’attività ha consentito di eseguire il controllo di persone sottoposte a misure di prevenzione e sicurezza, l’esecuzione di perquisizioni personali e domiciliari e la contestazione di infrazioni al codice della strada. Nel contesto operativo, è stato arrestato, in flagranza di reato, un 60enne di Isola Capo Rizzuto, già sottoposto agli arresti domiciliari, responsabile di furto aggravato di energia elettrica. I militari operanti, seguito ispezione effettuata unitamente a tecnici verificatori della società Enel Distribuzione S.p.A., hanno accertato che l’isolano, al fine di sottrarre energia elettrica ai danni della citata società,  aveva realizzato un allaccio abusivo con un dispositivo by-pass, collegato direttamente alla rete. Nel corso dello stesso servizio, è stato eseguito un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura di Crotone, nei confronti di un 57enne, sempre di Isola Capo Rizzuto,  dovendo lo stesso scontare una pena per i reati di omicidio aggravato e porto abusivo di arma clandestina, commessi in Isola di Capo Rizzuto il 14 agosto 2014. Sono inoltre stati deferiti alla Procura di Crotone: a.    Un 37enne, parrucchiere, sorpreso nella disponibilità di un  ciclomotore, privo di targa,  risultato essere oggetto di furto perpetrato nell’aprile del 2017 in Isola Capo Rizzuto. b.    Un 44enne che, durante un posto di controllo, sottoposto ad esame etilometrico, è risultato positivo con un valore di  2.07 g/l.- Infine, è stata data esecuzione ad un’ordinanza di esecuzione di custodia in carcere, emessa a carico di un 23enne, nato in Marocco, già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. Il provvedimento è scaturito in seguito alla richiesta dei militari all’A.G. in relazione al  reato di evasione commesso dallo stesso il  mese scorso.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code