Correggia (M5S): Legalità e regole per la democrazia

Crotone, Venerdì 08 Settembre 2017 - 11:01 di Redazione

L’abbandono dell’incarico da parte del segretario comunale dott. Rosaspina ci lascia sbigottiti. Un altro tassello, di questa Amministrazione, nel disegno politico atto ad annullare tutte le regole di una corretta funzione della macchina amministrativa-politica di Crotone. Ricordiamo che l’operato di Rosaspina è stato caratterizzato dalle frequenti segnalazioni di numerose determine e delibere di giunta viziate che, infatti, sono state ritirate e riproposte secondo quanto previsto dalla giurisprudenza segnalata dal Segretario! Quindi, era un segretario comunale che operava per tutelare gli interessi dei cittadini, adoperandosi affinché gli atti comunali fossero legittimi. E non una persona che ostacolava questa Amministrazione. Proprio questo prodigarsi sembra aver dato fastidio all’Amministrazione capitanata dal duo Pugliese/Sculco. Chi vigilerà in futuro sulla correttezza e legalità? Ma, questa apparente allergia sulle regole, dei nostri cari amministratori, è stata palesata anche in altre circostanze! Ricordiamo, infatti, il mancato rispetto del regolamento per quanto riguarda le interrogazioni a risposta scritta, che devono essere date in consiglio comunale secondo l’art.38 (Reg.Funzionamento Organi di Governo), la petizione popolare sottoscritta da oltre 200 cittadini a norma di regolamento dell’art.53 (Reg.Partecip.Popolare), ancora in attesa di passare dal vaglio del consiglio comunale, e che dire dell’eterna attesa per la convocazione dell’assemblea pubblica attesa da oltre 700 firmatari crotonesi? Anche questo documento redatto secondo il regolamento per la partecipazione popolare! (Art.55) Che la strategia politica di questa Amministrazione fosse quella di cancellare tutte le regole e strumenti democratici presenti nel comune di Crotone, ne avevamo avuto il sentore da quando la commissione regolamento, di cui ne è il presidente l’avv. Massimiliano Bianchi, non è stata più convocata, nonostante le sollecitazioni da parte di tutti i consiglieri comunali, di minoranza e maggioranza, ed addirittura dal presidente del consiglio comunale Serafino Mauro! Tutti abbiamo chiesto di convocare la commissione per modificare il regolamento degli organi di governo! Ma, evidentemente era solo un bluff! La volontà politica di far funzionare quella commissione non c’è mai stata. Come, di fatto, non c’è mai stata la convocazione, nonostante, sempre da regolamento, sia prevista almeno una convocazione mensile (ennesima violazione) Evidentemente la nomina di Bianchi in quella commissione è stata funzionale al fatto di non farla mai convocare. Perché, se esistono delle regole che garantirebbe sia alla minoranza che ai cittadini di far funzionare la democrazia, il duo Pugliese/Sculco hanno deciso di cancellarle. Perchè la casa comunale, secondo loro, va fatta funzionare come fosse un’azienda privata e non un ente pubblico. Non molleremo ma, sappiate, dovete essere tutti più vigili ed attenti e non dovete lasciarci soli perché siamo in 2 contro 30!.

Andrea Correggia portavoce del MoVimento 5 Stelle Crotone



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code