Crotone, i miracoli si ripetono: Zenga dopo Nicola

Crotone, Venerdì 27 Aprile 2018 - 10:36 di Redazione

Sarà uno dei match più importanti di quest’ultimo mese di Serie A, in palio c’è la permanenza nel massimo campionato che, per queste piazze, rappresenta anche più di uno Scudetto in palio. C’è il prestigio della A, la possibilità di veder crescere il proprio progetto, di avere un contributo economico importante e soprattutto donare alle proprie piazze un sogno che mai avevano vissuto prima. Le squadre in questione, che si sfideranno domenica prossima alle 18, sono Sassuolo e Crotone.

Questi ultimi dopo la poderosa rimonta della scorsa stagione sull’Empoli sembravano in netta difficoltà quest’anno, forse schiacciati dalle aspettative e dalla pressione di chi doveva essere all’altezza di replicare quella che sembrava un’impresa impossibile. Le dimissioni autunnali di Nicola, un po’ a sorpresa, avevano ulteriormente destabilizzato un ambiente che giorno dopo giorno perdeva speranze di salvezza maturando l’idea di aver vissuto per due anni una favola che sarebbe giunta alla fine provocando un brusco risveglio a fine anno. E invece no, l’arrivo di un grandissimo personaggio come Walter Zenga si è rivelata scelta quanto mai indovinata, riportando entusiasmo e rinnovati sogni e speranze all’Ezio Scida.

I pitagorici oltre a fare risultati hanno messo in atto un bel gioco, attivo e propositivo, ben lontano da quello tutta tattica e grinta praticata dal pur ottimo Davide Nicola nelle stagioni precedenti e in particolare nell’anno della clamorosa permanenza in A. Il ritorno di Ricci, protagonista della storica promozione in A, la vena realizzativa di Trotta e Budimir e l’esplosione di Simy hanno fatto il resto.

Quest’ultimo è stato eccezionale protagonista negli ultimi 2 match: lo storico pareggio con la Juventus in rovesciata e la stoccata da bomber di razza a Udine, apripista del clamoroso successo al Friuli. 4 punti nelle ultime 2, altrettanti punti di vantaggio sulla Spal quart’ultima e lo scontro con gli emiliani all’orizzonte.

Una sfida fondamentale in chiave salvezza, che vedrà opposte due formazioni che attraversano un ottimo stato di forma. Quest’ultimi arrivano da 9 risultati utili di fila, due vittorie consecutive e un Politano in gran spolvero. I punti di vantaggio sul Crotone sono 6, ben 8 sulla zona salvezza e nonostante un Berardi quanto mai opaco quest’anno sembrano ormai tranquilli per l’ennesima salvezza.

Il Crotone in casa avrà a disposizione la forza di una città e regione intera che spinge per quella che sembrava l’ennesima impresa impossibile; il Sassuolo invece dopo gli anni fantastici di Di Francesco che l’avevano persino portato in Europa ha ricominciato da Bucchi, fallendo, prima di inanellare una striscia utile tale da mettersi in condizioni di tranquillità. Non sarà l’ultimo crocevia per la salvezza di entrambe e in particolare del Crotone, ma certamente sarà l’incontro che dirà molto sul destino della squadra di Zenga che nell’ultima giornata di questo folle campionato dalla testa alla coda sfiderà il Napoli in quello che potrebbe anche essere il match decisivo in chiave Scudetto.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code